Windows 10 Upgrade

In questi ultimi giorni abbiamo ricevuto diverse segnalazioni e lamentele da parte dei nostri clienti che si sono ritrovati con Windows 10 installato sul loro computer senza aver dato l’ok alla procedura.

Già si sapeva che il download di Windows 10 in alcuni casi può avvenire in automatico, anche all’insaputa dell’utente, in base alle impostazioni di Windows Update, in ogni caso il nuovo sistema operativo avrebbe richiesto il permesso dell’utente prima dell’installazione finale.

Ultimamente però questo meccanismo sembra non funzionare e diversi utenti si lamentano perché Windows 10 si installa da solo, senza richiedere alcuna conferma. Al momento non risulta ancora chiaro perché questo avviene, si ipotizza un malfunzionamento dell’auto update ma la sostanza è che l’utente si ritrova ad avere un sistema operativo che non ha richiesto.

Il download di Windows 10 può rivelarsi un problema perché i dati scaricati variano tra 3 e 5 GB, una quantità di informazioni che pesa soprattutto su chi ha una tariffa internet a consumo, che può causare lo sforamento della soglia di traffico mensile oppure per chi ha una linea Adsl un po’ precaria. Inoltre Windows 10 può creare problemi anche a chi possiede un tablet economico con il sistema operativo Microsoft, dove la memoria disponibile è di soli 32 GB e l’aggiornamento a Windows 10 può limitare lo spazio per i propri documenti ma anche per PC e notebook di fascia economica che sono già al limite delle loro prestazioni con i precedenti sistemi operativi.

Cosa fare allora se vi ritrovate con Windows 10 a vostra insaputa?

La prima cosa da considerare è che in generale l’installazione del nuovo sistema operativo non comporta la perdita dei vostri dati ed il vostro computer sarà funzionante da subito mantenendo i programmi già presenti. Se tutto funziona correttamente e non rilevate problemi potete decidere di mantenere il nuovo sistema che sarà ovviamente quello maggiormente supportato in termini di aggiornamenti e compatibilità con periferiche hardware nuove.

Se invece notate qualche anomalia, ad esempio il pulsante Start smette di funzionare oppure qualche programma installato non si apre più, potrebbe essere necessario operare sul vostro computer per ripristinare tutte le funzionalità.

Se il vostro pc dopo l’aggiornamento è invece diventato molto lento e le operazioni più semplici diventano eterne, vuol dire che probabilmente le caratteristiche hardware del vostro computer non sono sufficienti per un utilizzo fluido del nuovo sistema operativo. In questi casi si consiglia il ripristino al sistema precedente che può essere effettuato entro pochi giorni dall’installazione del nuovo sistema operativo oppure (se è passato troppo tempo) con la formattazione del sistema. In altri casi invece è possibile migliorare le prestazioni del computer con l'aggiunta di RAM o la sostituzione del disco fisso con uno di nuova generazione.

Se non siete in grado di effettuare queste operazioni oppure se siete in dubbio se tenere o meno Windows 10 fate vedere la vostra macchina ad un tecnico esperto. Basta una semplice occhiata alle caratteristiche del vostro pc per capire e consigliare su cosa è meglio fare nel vostro singolo caso.

Windows 10